Home » Il movimento delle Equipes Notre Dame

Il movimento delle Equipes Notre Dame

Il movimento delle END si propone come aiuto prezioso agli sposi nella ricerca del senso più profondo del sacramento del matrimonio, accompagnandoli con una pedagogia progressiva in un itinerario di formazione continua ed orientandoli verso un cammino di perfezione con l’aiuto accogliente di una piccola comunità.

Alla base delle END è il riconoscimento del primato dell’amore in seno alla coppia come riflesso dell’Amore che è in Dio, partecipazione a questo Amore e cammino verso di Lui. Questo amore non  rinchiude la coppia in se stessa, al contrario deve fornire i mezzi per la sua  specifica missione non solo nell’ambito ristretto della famiglia, ma anche nella vita lavorativa o nell’impegno ecclesiale e civile.

Le END non impongono ai loro membri una determinata spiritualità; esse vogliono semplicemente aiutarli ad impegnarsi in coppia sulla Via tracciata da Cristo.

Esse propongono perciò:

  • degli orientamenti di vita, per aiutarsi reciprocamente a progredire nell’amore di Dio e del prossimo

  • dei punti di impegno, che permettano di concretizzare gli orientamenti di vita

  • una vita d’équipe, in cui la preghiera e l’aiuto reciproco siano di supporto alle singole coppie nel loro cammino verso il Signore e  nella Sua testimonianza.

GLI ORIENTAMENTI DI VITA

Il grande orientamento di vita è quello dell’amore che Cristo è venuto a portarci: ” Tu amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima, con tutto il tuo spirito, con tutta la forza… Amerai il tuo prossimo come te stesso” (Mc 12,30-31)

Per crescere in questo amore, che è lo scopo di tutta la vita, le END propongono ai loro membri :

per progredire nell’Amore di Dio

  • di dare nella loro vita ampio spazio alla preghiera

  • di frequentare regolarmente la Parola di Dio e di sforzarsi di viverla sempre

  • di approfondire costantemente le loro nozioni di fede

  • di accostarsi frequentemente ai sacramenti, in particolare all’Eucarestia

  • di sforzarsi di progredire nella conoscenza e nella pratica dell’ascesi cristiana

per progredire nell’Amore del prossimo

  • di vivere un autentico e reciproco aiuto coniugale – ascolto, dialogo, condivisione – in tutti i campi, in particolare in questo spirituale

  • di avere una preoccupazione costante per l’educazione umana e cristiana dei figli

  • di praticare ampiamente in famiglia l’accoglienza e l’ospitalità 

  • di testimoniare concretamente l’amore di Cristo

I PUNTI DI IMPEGNO

  1.  Ascoltare regolarmente la Parola di Dio

  2. Riservarsi ogni giorno il tempo di un vero incontro a tu per tu con il Signore (orazione)

  3. Ritrovarsi ogni giorno insieme, marito e moglie, in una preghiera coniugale

  4. Trovare ogni mese il tempo per un vero dialogo coniugale, sotto lo sguardo del Signore (dovere di sedersi)

  5. Fissarsi una regola di vita e rivederla ogni mese

  6. Mettersi ogni anno di fronte al Signore per fare il punto durante un ritiro della durata di alemeno 48 ore, se possibile, in coppia.

L’EQUIPE

 L’équipe  è una comunità cristiana di 4-7 coppie, assistite da un sacerdote, che si riunisce mensilmente nel nome di Cristo per vivere dei tempi forti di preghiera in comune e di condivisione per aiutarsi vicendevolmente a camminare verso il Signore e testimoniarlo. Questi aspetti sono vissuti nei diversi momenti della riunione mensile:

  • il pasto :  momento di amicizia umana che allaccia e rinsalda i legami tra le coppie

  • la preghiera in comune : il mezzo per incontrarsi in profondità, acquisire un’anima comune e prendere coscienza della presenza del Cristo in mezzo ai suoi.

  • la ” compartecipazione” : verifica comunitaria dell’attuazione nelle singole coppie dei punti concreti di impegno

  • la  “messa in comune” : uno scambio fraterno delle preoccupazioni familiari, professionali, sociali, dei successi e degli insuccessi, delle scoperte, pene  e gioie

  • il “tema di studio” del mese: uno scambio di idee su un tema specifico per approfondire le radici della nostra fede.

IL MOVIMENTO

Le END nacquero in Francia intorno al 1938 per iniziativa di alcune coppie che, insieme ad un sacerdote – l’Abbé Caffarel – presero l’abitudine di incontrarsi mensilmente per approfondire il significato del sacramento del matrimonio, per verificare il senso del loro essere coppie cristiane, per ricercare un modo coerente di inserirsi, come coppie e come famiglie, nella società. Queste coppie trovarono tanto aiuto da questi incontri che ben presto ne coinvolsero altre fino ad arrivare, l’8 dicembre del l947, a formalizzare la nascita di un nuovo Movimento. Riflettere sul modo in cui le END sono nate è utile per comprendere i successivi sviluppi del Movimento.

Le END non sono nate da un progetto pianificato a tavolino, né dalla risposta ad una necessità pastorale: sono sorte per l’iniziativa e per l’esigenza maturata da coppie di sposi. Sono nate perché rispondevano ad un bisogno ormai diffuso nel laicato più sensibile, che aveva preso coscienza di come il repentino e cospicuo allungarsi della vita media aprisse al cammino di coppia un itinerario più lungo e complesso di quello racchiuso nella funzione riproduttiva; che comprendeva come la vita di coppia fosse un itinerario vocazionale e salvifico non subalterno; che voleva confrontare il significato del sacramento del matrimonio con il vissuto della propria esperienza; che cominciava a prendere consapevolezza del proprio ruolo all’interno della comunità ecclesiale. Il fatto che il Movimento sia nato per rispondere all’esigenza delle coppie, gli ha lasciato impresso uno stile: è per questo che le END si sentono impegnate in una riflessione permanente su come armonizzare il carisma ispiratore con la lettura dei segni dei tempi che interrogano la coppia in ogni stagione della storia, e tendono a valorizzare la propria esperienza alla luce della Parola di Dio.

Come movimento laicale le END sono animate da coppie che si mettono temporaneamente al servizio, secondo una struttura minima, basata sul valore della collegialità. Così gruppi di 3-4 équipes sono tenuti in contatto tra loro e con il resto del Movimento da una coppia di collegamento; le équipes di una città (o di una definita area geografica) sono riunite in uno o più Settori, e i Settori in Regioni.

In Italia le END sono divise in 7 regioni coordinate dall’équipe Super-Regione Italia, a sua volta in contatto con l’Equipe Responsabile Internazionale.

 


1 commento

  1. michela ha detto:

    Mi piace molto tutto il sito, belle le immagini che avete scelto..e anche ricordare i punti fondamentali su cui si basa il movimento è sempre molto utile.
    Non avevo dubbi, visto l’autrice!
    Un saluto e un abbraccio
    Michela e Bashkim

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: